giovedì 3 marzo 2011

il danubio dolce


E' la versione dolce del danubio classico, viene di solito farcito con crema pasticciera ed amarena, ma io lo preferisco di gran lunga con la crema allo zabaione.

Il procedimento è un po' laborioso, ma la leggerezza e la filatura della mollica ripaga la fatica ;)


Ingredienti:
700gr farina 00 W 300 (in alternativa manitoba commerciale tagliata con 20% farina con 11% proteine)
200gr latte intero
110gr burro
30gr strutto
120gr zucchero semolato
12gr sale
12gr lievito fresco
20gr miele
4 uova (medie)
1 tuorlo
Zeste grattugiata di 1 arancia

Amarene sciroppate

Crema zabaione:
180gr latte intero
200gr panna fresca
120gr marsala
120gr zucchero
2 uova medie
30gr farina
25gr amido di mais
Un pizzico di sale.
Portiamo ad ebollizione il latte, la panna e 30gr di zucchero.
Nel frattempo, mescoliamo le uova, lo zucchero, il sale e le polveri, senza montare. Uniamo il marsala.
Versiamo a filo il latte caldo sul composto, mescolando con una frusta, trasferiamo sul fuoco dolce e portiamo ad ebollizione, senza smettere di mescolare. Cuociamo per ancora 3’, poi togliamo dal fuoco e trasferiamo in un bagnomaria freddo, mescolando di tanto in tanto, fino al raffreddamento.
Trasferiamo il contenitore in frigo.


Mescoliamo il latte intiepidito con 180gr di farina, il lievito ed un cucchiaino di miele e lasciamo gonfiare.

Nel frattempo, sciogliamo 30gr di burro, aggiungiamo la zeste, scaldiamo fino ai primi sfrigolii e lasciamo raffreddare.

Montiamo la foglia, uniamo al preimpasto, 1 uovo, 25gr di zucchero e tanta farina quanta ne occorre a compattare la massa. Lasciamo legare poi uniamo 20gr di burro .
All’assorbimento montiamo il gancio e lasciamo incordare.
Copriamo con pellicola e trasferiamo a 26° fino a che triplica il volume (ca 60’)

Con il gancio, serriamo l’incordatura, uniamo tutti gli albumi ed una parte della farina e lavoriamo fino a sviluppare il glutine.
Inseriamo un tuorlo alla volta, seguito da una parte di zucchero e, poco dopo, da una spolverata di farina, fino ad esaurire i tre ingredienti.
Con l’impasto bene in corda, aggiungiamo il burro (appena morbido) in tre volte. Una volta assorbito, uniamo lo strutto e per ultimo il burro aromatizzato.
Lavoriamo, ribaltando l’impasto di tanto in tanto, fino ad ottenere il “velo”.




Lasciamo riposare 15’, poi arrotondiamo e trasferiamo in frigo, a 4 – 5°, per ca. 12 ore, in un contenitore ermetico.

Riportiamo il contenitore a temp. ambiente, ed ai primi cenni di lievitazione diamo un paio di giri di pieghe 2. Arrotondiamo.




Dopo 15’, spezziamo in pezzi da 25gr ed arrotondiamo senza stringere.




Partendo dal primo e con la chiusura in alto, appiattiamoli fino ad ottenere un disco piuttosto sottile.

Mettiamo al centro un cucchiaino abbondante di crema e qualche amarena sciroppata e chiudiamo come illustrato dalle foto.



Sistemiamo le palline in uno stampo, leggermente distanziate tra di loro.





Copriamo con pellicola e lasciamo raddoppiare a 30°.





Pennelliamo con albume leggermente battuto ed inforniamo a 180° fino a cottura.






Sistemandoli a tre negli stampi da muffin, possiamo formare delle monoporzioni da colazione.










116 commenti:

  1. Ho il forno al pronto soccorso, ma appena me lo rendono queste saranno le prime a finirci dentro!

    RispondiElimina
  2. Caspita che meraviglia!!! Ho già fatto il danubio salato...adesso devo assolutamente provare questo :))
    Ciao e davvero bravissimo!

    RispondiElimina
  3. Maestro questo danubio sarà mio prestissimo!!! Già mi ci vedo a colazione........
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. M E R A V I G L I O S O ! !
    Lo facciamo presto per le colazioni della pulce...e del resto della famiglia!

    RispondiElimina
  5. Adriano bentornato! Il danubio con la crema non l'ho mai provato, sarebbe ora di provarlo! ciao

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Adriano!
    Grazie per questa bella ricetta!
    Non hai fatto in tempo a tornare a casa, che ti sei messo subito al lavoro e hai voluto condividere questa meraviglia!
    Ho provato il tuo danubio salato, ora voglio provare anche questo!

    Ti chiedo:
    In cottura, la crema si disperde nell'impasto oppure, una volta cotto il dolce, si riesce ad apprezzarla al morso?

    Grazie ancora di tutto!

    RispondiElimina
  7. divino... io ometterò le amarene perché non mi piacciono tanto... ma lo zabaione da solo mi sembra già un ripieno coi fiocchi. peccato sia rimasta indietro, devo ancora fare quello salato!

    RispondiElimina
  8. sei un grande e non finiro' mai di ringraziarti ! Aspetto un tuo corso a Napoli

    RispondiElimina
  9. E' vero!!!! Chissà che buone le amarene con la crema zabaione!! Provo di sicuro! Buona giornata Adriano!

    RispondiElimina
  10. ...ma che spettacolo...quelle monoporzioni sono da urlo!
    Complimenti maestro.

    RispondiElimina
  11. CHE MERAVIGLIA , LI FARO' DERTAMENTE.
    GRAZIE PEER LA RICETTA

    RispondiElimina
  12. E' una meraviglia!Grazie Adriano lo proverò di certo!adoro il Danubio , lo vedo e miemoziono!ma non l'ho mai fatto....:O mammamia questo è bellissimo!
    GRAZIEEEEEEEEEEEEEEE!

    RispondiElimina
  13. Ciao Adriano, mi piacciono molto le monorpozioni e poi da te si impara sempre.
    A proposito ho fatto un collegamento al tuo post sulle pieghe nel mio ultimo post, spero che non sia un problema. Grazie, Antonia

    RispondiElimina
  14. Ciao Adriano, non vedo l'ora di avere tempo libero per fare questa ricetta! Come sempre complimenti!!
    PS Verrete mai a Genova? Speriamo!!!

    RispondiElimina
  15. mi sto sentendo male....devo provare tutte e due le versione! Fra un pò è il mio compleanno e mi sa che ci provo a farmi questo regalo!! :))
    esistono altre versioni????

    RispondiElimina
  16. che meraviglia da svenimento!!!!!!

    RispondiElimina
  17. E' sempre una gioia trovare un tuo post, Adriano. Grazie.
    mi incuriosisce la foto con il giglio blu sopra la pasta, o e' in trasparenza? Come l'hai ottenuta? Grazie ancora!

    RispondiElimina
  18. Niente rende più intelligente che il manipolare delle materie in modo serio. Il tuo sapere è sostenuto dall'interesse e dalla passione, la passione per una materia di fronte alla quale ti dimostri nello stesso tempo creatore, disciplinato e produttivo.
    Con tanta stima.
    Maria Rosaria

    RispondiElimina
  19. Che meraviglia, Adriano!
    Anche a me piacciono tantissimo le monoporzioni, sono molto particolari!
    Ogni volta superi te stesso, complimenti e grazie!

    RispondiElimina
  20. Che bello maestro una nuova ricetta! ho partecipato al corso di Pistoia solo due settimane fa e mi mancate già...il danubio salato è strepitoso ma rifarò al più presto la versione dolce preferita da mio marito. Non ci crederai ma è tutta la mattina che ripenso alla crema allo zabaione perchè ho assaggiato uno "sbrodolone" irresostibile che la conteneva...et voilà il tuo nuovo post, questa sì che è telepatia!!!
    un abbraccio affettuoso
    grazie per tutto, professionalità e disponibilità comprese
    rita

    RispondiElimina
  21. Ah dimenticavo, ti ricordi quando dopo aver fatto il danubio in versione salata ti parlai di sfogliatura della brioche e tu, giustamente, non capivi cosa volessi dire? beh finalmente, sempre grazie a te, ho trovato i termini giusti per descrivere questa meraviglia: "filatura della mollica"...un po' effetto pandoro.
    grazie ancora
    rita di Firenze

    RispondiElimina
  22. Sei un grande, come sempre ;-)
    Ciao Mae'
    :))

    RispondiElimina
  23. Adriano, ben tornato! E che sorpresa questa nuova ricetta! Non vedo l'ora di provarla...!!! A presto (ovviamente al prossimo corso a Milano, ci sarò! ;-)...)!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  24. Questo dolce toglie il fiato! È spettacolare!

    RispondiElimina
  25. Bentornato Adriano!
    Ricetta favolosa!...e non poteva essere altrimenti ;-)))
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  26. La tua versione del danubio salata è quella che meglio mi è riuscita negli anni, non mi resta che provare anche questa meraviglia, grazie e... complimenti!!

    RispondiElimina
  27. P.S. A proposito del "Danubio classico", come hai realizzato quello pubblicato nell'ultima foto? Grazie, sembra una meravigliosa torta di rose!

    RispondiElimina
  28. Veramente tanti complimenti!! E bentornato :)
    Stefania

    RispondiElimina
  29. Devo fare questo, quello salato e il panettone gastronomico.Il grosso guaio è che devo cimentarmi nel we visto che ci sono i riposi di 12h. ma so già che ne vale la pena!
    grazie sempre Maestro!
    :)

    RispondiElimina
  30. Una meraviglia, complimenti ♥

    RispondiElimina
  31. Questo danubio dolce è meraviglioso...complimenti davvero!

    RispondiElimina
  32. Ciao Adriano, volevo ringraziarti per le splendide ricette e soprattutto per quella della pizza al piatto ormai di largo consumo a casa mia! cia Cinzia
    Ps: non lasciar passare più tanto tempo per la prossima ricetta di nuovo ciao

    RispondiElimina
  33. Bellissima ricetta, grazie infinite.

    RispondiElimina
  34. Spettacolare ! La foto del prodotto finito non lascia dubbi .
    Una domanda : visto il tempo che occorre , volendo surgelarlo , a quale passaggio farlo , per ottenere il massimo della fragranza ? Grazie , chiara

    RispondiElimina
  35. ¡FANTASTICO!
    Las fotos, la explicación, todo.
    Aqui seguiré para ver la próxima receta , mientras tanto haré esta para ver si consigo sacarla adelante.
    Un abrazo

    RispondiElimina
  36. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  37. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  38. Ciao Adriano, quando dici di arrotondare senza stringere, vuol dire che: appiattisco leggermente la porzione di impasto,
    avvolgo a filoncino senza stringere troppo, appiattisco leggermente di nuovo, giro di 90° e riavvolgo sempre senza stringere; con la chiusura sotto, faccio ruotare sotto il palmo della mano, finché non avverto una pallina?
    Grazie.
    Maria Rosaria.

    RispondiElimina
  39. Finalmente!!!!! Grazie Adriano pe questa meraviglia. A mano è possibile?
    Romi

    RispondiElimina
  40. Ciao Adriano finalmente!
    T'inseguo da mesi per avere una risposta.Ho fatto il tuo babà e il tuo danubio salato con grande soddisfazione.Non ti dico poi i complimenti di amici e parenti che ti rigiro naturalmente,ma il mio quesito è un altro e riguarda l'aspetto del tuo danubio,simile a quello fatto dal panettiere,mentre il mio come potrai vedere dalle foto pubblicate nel mio blob(creato solo per mostrarti le foto) è più giallino e meno alto.Dipende dalla farina?Ci puoi dare un'occhiata?In modo tale che posso migliorare e fare anche quest'ultima versione golosissima!
    Grazie!

    RispondiElimina
  41. Ciao!
    ben tornato e grazie per questa ricetta

    Ludmilla

    RispondiElimina
  42. Adriano carissimo questa ricetta mi ha rapito il cuore e subito ho messo in pratica. Da poco ho finito d gustare una pallina ke è una poesia..leggera, delicata, sofficità unica, goduriosa...ecco le mie sensazioni...magia pura..un abbraccione..
    Patrizia

    RispondiElimina
  43. Bond007 una ricetta alla " grandissima " per l'atteso ritorno del maestro sul blog ! Complimenti.bond007

    RispondiElimina
  44. Bentornato ^_^ e acciderbolina che rientro! I mini danubi sono bellissimi, complimenti Maestro!
    Buon we
    Sonia

    RispondiElimina
  45. Come si fa a non seguire il tuo blog? Non si può!
    E' un'armonia di sapori e di immagini!
    Ci vuole esperienza immagino!

    RispondiElimina
  46. Il danubio dolce non l'ho mai provato: deve essere una goduria! Da provare assolutamente! Complimenti.
    Alla prossima
    Rosalba

    RispondiElimina
  47. Voglio provarci anche io , non ho mai fatto il danubio... E ti seguirò con piacere ...Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  48. Ciao Adriano, piacere Claudia...
    finalmente ho deciso di seguirti...ufficialmente...non perchè non volevo...anzi...è che ho una certa "avversione" con tutto ciò che ha lievitazioni lunghe e impasti complicati (per me)...mi fanno impazzire, anche perchè se poi il risultato finale fa schifo...dopo tutto il lavoro che uno fa...mi prende una rabbiaaa...
    ma oggi ho fatto "il grande passo", colpa del Danubio e dell'MTC...e cercherò di affrontare questa nuova sfida contro me stessa.
    un bacio
    Claudia

    RispondiElimina
  49. Adri, l'altro week end l'ho fatto.
    Dire spettacolare è poco.
    Sei sempre il numero uno!!!
    ;-)

    RispondiElimina
  50. Ciao Adriano.
    Per caso sono capitata nel tuo paradiso,sono rimasta affascinata dai tuoi lavori.Sei Grandioso!Ormai,non ti mollo più,se mi permetti, realizzerò un po' delle tue meravigliose ricette,sia dolci che salate per i miei bambini e non solo...
    Il primo che farò sarà il "Danubio"
    (SPETTACOLARE),poi il mio dolce preferito il "Babà".
    Alla fine mi ritroverò di 100 chili!!!Complimenti,a presto.

    Inco da Milano (ma di origine Avellino).

    RispondiElimina
  51. Rosa (Barcelona)08 marzo 2011 14:17

    Sei mancato, maestro!
    Quanto pesano le palline dei miniporzioni? 10 grammi circa?
    Grazie e saluti!

    RispondiElimina
  52. Bellissimo! Sembra fatto apposta per la mia dispensa ... Devo solo studiare bene la tabella di marcia adesso per non fare le ore piccole come al solito. Grazie!

    RispondiElimina
  53. Ce l'ho fatta! l'impasto è in frigo,
    però nella ricetta non è indicato quando bisogna inserire il sale, così l'ho messo insieme all'ultimo tuorlo; non è indicato neanche quando inserire i 20 gr di miele, così li ho aggiunti prima di mettere il burro.
    Spero di aver fatto bene!
    E poi le ultime tre domande, lo giuro!
    1)Più o meno qual è il tempo di cottura?
    2)Una volta cotto, si conserva fuori dal frigo, in un sacchetto di plastica per alimenti?
    3)Si può congelare una volta cotto? Se sì, una volta scongelato, consigli di scaldarlo un pò, prima di svenire mentre lo si mangia?
    Grazie infinite!
    Maria Rosaria.

    RispondiElimina
  54. ciao, maestro complimenti per la ricetta , ma quelle amarene dove possiamo comprarle io sono di napoli di solito trovo o toschi o fabbri ma sono diverse da quelle usate da Lei . Grazie ciao Rosa.

    RispondiElimina
  55. Fatto! Stupendo! Come sempre tutto quello che prendo da qui.
    Cottura 30 minuti a 180° ed era proprio a puntino. Ho dimenticato le pieghe quindi ho una buona scusa per rifarlo presto ;)

    http://www.ecucinando.it/forum/post51334.html#p51334

    RispondiElimina
  56. Fantastico questo danubio. Davvero divino! sembra sofficissimo! buonissimo! brava, lo segno e provo a fare le brioche! ^^ complimentissimi e buon weekend!!!

    RispondiElimina
  57. appena notato il piccolo errore, scusami. Bravo, non brava!! :)

    RispondiElimina
  58. Grazie Adriano per questa ricetta! Volevo chiederti: volendo sostituire il ripieno di crema zabaione con crema al cioccolato che piace di più ai miei ragazzi, utilizzo della Nutella o hai qualche ricetta alternativa per la crema al cioccolato? Ciao

    RispondiElimina
  59. ciao, colgo l'occasione per invitarti a partecipare al mio primo contest di ricette di primi piatti dal titolo "SAPORI E COLORI DEL MEDITERRANEO"(http://primopiattoquasifatto.blogspot.com/2011/03/sapori-e-colori-del-mediterraneoil-mio.html)

    RispondiElimina
  60. Stupende!!!

    Ho giusto della crema pasticcera che avanza...

    Ricetta perfetta!!!

    RispondiElimina
  61. Ciao cara!!!
    Sei invitata a partecipare al mio primo contest:
    COSA SFORNO OGGI?
    Iscriviti e passa parolaaaaaaaaaaa!!!
    Un bacione!
    Dada ^.^
    http://lericettedellamorevero.blogspot.com/2011/03/cosa-sforno-oggi-primo-contest-delle.html

    RispondiElimina
  62. Complimenti per le bellissime ricette. Il tuo sito è molto interessante, un vero blog di ricette senza sponsor e pubblicità varie, che lo renderebbero meno credibile(almeno per me).
    Saluti Simone

    RispondiElimina
  63. Hola guapa tu

    m´encanta la teva recepta, anoto la mateixa, amb el teu permís, gràcies per compartir-la

    mil petonets Susanna

    RispondiElimina
  64. Ciao, volevo provare a fare questo danubio ma...cosa vuol dire "fare il velo??" devo tirare la pasta come uno strudel??
    Grazie per la risposta
    Cinzia

    RispondiElimina
  65. ciao! c'è un pensiero x te qui...^^
    http://japanthewonderland.blogspot.com/2011/03/le-sorprese-che-migliorano-la-mattinata.html

    RispondiElimina
  66. Dopo aver provato quello salato (ha sempre avuto un grande successo), non mancherò di fare quello dolce. Interessante il burro "cotto" con le zeste d'arancia:-)) Grazie Adriano!!

    RispondiElimina
  67. Ciao Adriano, mi chiamo Valentina e sono di Napoli.
    Ti considero un maestro e spero di poter presto seguire presto un tuo corso di panificazione nella mia città.
    Grazie mille e complimenti.

    RispondiElimina
  68. pan brioche, il panettone ora il danubio, SODDISFAZIONE!!!!
    GRAZIE!!!
    foto!!!
    http://img851.imageshack.us/img851/8503/p1010322.jpg
    http://img26.imageshack.us/img26/636/p1010326sr.jpg
    Ancora grazie e...alla prossima ricetta!!!!!!

    RispondiElimina
  69. CIAO ADRIANO MI CHIAMO DOROTEA è DA POCO HO UN BLOG ANCHE IO.SONO ARRIVATA DA TE PER COSO E HO VISTO CHE I TUOI SOSTENITORI TI CHIAMANO MAESTRO E FANNO BENE SEI BRAVISSIMO.HO ANCHE NOTATO CHE TU FAI CORSI DI PANIFICAZIONE , QUI IN SICILIA DALLE MIE PARTI NON CI SONO ,MI PIACEREBBE UN MONDO PARTECIPARVI SE MAI DOVESSI PASSARE DI QUI FAMMELO SAPERE.IO MI AGGIUNGO AI TUOI SOSTENITORI A PRESTO

    RispondiElimina
  70. Grazie è graditissimo !! e da fare subito !!

    RispondiElimina
  71. Ammazza che ricettone...non so se riuscirò mai a realizzare questa danubio dall'aspetto straordinario perchè ho due bimbi piccolini che assorbono parecchio tempo, oltre che lavoro presso il comune della mia città... intanto segno...poi ti farò sapere!

    RispondiElimina
  72. Adriano t'è fatt e sold t'è fatt e sold!

    RispondiElimina
  73. che bel blog complimenti ti seguo molto volentieri.
    Io il danubio l ho faccio sempre salato...ma questo è da provare...
    se ti va passa a trovarmi e magari seguimi:www.ladolceilaria.blogspot.com

    RispondiElimina
  74. finalmente sei tornato grazie della ricetta e dell'idea nello stampo dei muffin adele

    RispondiElimina
  75. FAVOLOSO! Questo post e tutto il blog! Complimenti! Simona

    RispondiElimina
  76. Stupendo!!!!!! Sei un vero artista!

    RispondiElimina
  77. ciao adriano, grazie di un altro ''modello'' di danubio, l'ho fatto oggi, e' magnifico come tutte le cose che proponi. Aspetto sempre che tu venga a napoli con un tuo corso

    RispondiElimina
  78. Questo impasto è un vero spettacolo... Bellissima dell'idea del danubio in versione mini, da copiare!! :)

    RispondiElimina
  79. Adriano ma quando torni?
    Ci manchi!!!

    RispondiElimina
  80. Adriano torna presto, aspettiamo una nuova ricetta.. ed io aspetto anche un tuo corso a Napoli :)

    RispondiElimina
  81. Troppo bello e troppo goloso! *.* la crema zabaione! buonissimaaaa! il danubio dolce non lo mangio da una vita! stupendo questo! posso prenderne un pezzo da quì? davvero complimenti! bravissimo -come sempre- e approfitto per augurati buone palmeeee!

    RispondiElimina
  82. complimenti per il tuo blog,mi sono iscritta ai tuoi followers...passa de me se ti fa piacere,ciao.
    http://cucinadicottoespazzolato.blogspot.com/

    RispondiElimina
  83. le tue ricette e le tue spiegazioni accurate mi dicono che i tuoi post vengono dopo tue attente sperimentazioni. per quanto mi riguarda, tutto ciò che ho realizzato seguendo le tue indicazioni è venuto benissimo:pandoro, panettone, pizza e la tua MITICA crostata al limone che ormai mi fa fare splendide figure con poca fatica, la tua pasta frolla che tengo stoccata in freezer in lingotti da 400 g manco fosse il caveau di una banca!Non è quindi per fare la piaciona che ti mando un saluto chiamandoti Maestro, ma solo per farti sapere che ti seguo sempre in attesa di tue nuove ricette. ciao

    RispondiElimina
  84. Carissimo/a
    Sto aggiornando l’elenco dei food blog italiani
    Mi piacerebbe sapere:
    In che anno hai aperto il blog
    Possibilmente la tua città e provincia.

    Grazie
    Puoi comunicarmelo al seguente link (se vuoi)

    http://griglia-e-pestello.blogspot.com/p/food-blog-italiani.html


    sergio.

    RispondiElimina
  85. Ciao Adriano, sono approdato a questo blog saltando da un blog a l'altro e volevo farti i miei complimenti per le tue ricette. Mi segno nei follower cosi potrò seguirle. ciao :)

    RispondiElimina
  86. ciao!!bellissima ricetta...che fame:)
    bellissimo anche il blog...MI ISCRIVO!!!perchè non passi a trovarmi?

    RispondiElimina
  87. gaia, dipende da quanta riesci a metterne senza che sca ;)

    antonia, nessun problema.

    caris, ti riferisci alla farcitura?

    caffettiera, non fa parte dell'impasto, l'ho messo sotto per evidenziare.

    rita, capito ;)


    barbara, è complicato da spiegare...

    chiara, regge bene la surgelazione da cotto.

    mr, no, si arrotonda direttamente dalla porzione, senza serrare.

    romi, non è difficilissimo.

    veronica, il colore dipende dall'intensità dei tuorli. L'altezza da quanto hai distanziato le pallette.

    piè, mi fa piacere ;)

    inco, se provi qualcosa fammi sapere ;)

    rosa, le prendo ad un ingrosso, ma sono confezioni da 5kg.

    cristina, niente male!

    anonimo, la nutella meglio di no, va meglio una ganache.

    marco, ti ringrazio ma i contest non fanno per me.

    susanna, guapa??...

    cinzia, serve a controllare la strutturazione del glutine: prendi un pessetto di impasto, allatgalo delicatamente in tutte le direzioni. Se è pronto arriva ad essere trasparente prima di lacerarsi.

    patrizia, ottimo!

    dorotea, i siamo appena stati...

    veronica, magari...

    marty90, pamelina, vengo a curiosare.

    sergio, 2007, Napoli.

    grazie infinite a tutti gli altri e...perdonate il ritardo...

    RispondiElimina
  88. sublime,come tutto quello che fai!e' tanto che seguo il tuo blog, ma ho paura di non essere all'altezza delle tue ricette!complimenti davvero

    RispondiElimina
  89. Rosa (Barcelona)10 maggio 2011 12:14

    Ho fatto il Danubio. "Buenísimo!!!!". Ho usato moscato perché non avevo marsala. È normale trovare un piccolo foro sopra la crema? Grazie. Come sempre con le vostre ricette, delizioso.

    RispondiElimina
  90. Non ce la potrei mai fare, ma devo dire che è uno spettacolo....grande!!!

    RispondiElimina
  91. Ellerinize sağlık,çok güzel görünüyor.Sevgiletrrrr..

    RispondiElimina
  92. bellissimo viene l'acquolina in bocca :)

    RispondiElimina
  93. Che bel blog! é fantastico!sarà un piacere seguire le tue favolose ricette! io sono affascinata dal mondo della lievitazione!!!!!
    Verrò spesso a trovarti!
    Ti seguo...tu mi segui?

    RispondiElimina
  94. Ho appena fatto colazione...a vedere queste immagini però mi è venuta una fame!!!! :) Mi occupo di creazioni di gioielli, ma sono dell'idea che anche cucinare sia fare arte... complimenti!

    RispondiElimina
  95. Ciao Adriano, dopo quello salato, non potevo rinunciare a quello dolce!!!! Ci ho messo sette vite a fare e riempire tutte le palline...ma ne è valsa la pena.
    Ottimo anche lo zabaione....ho cercato di farcene stare il più possibile ...ma per fortuna ne è avnzato un pochino...divorato.
    Ancora grazie .
    Lucy

    RispondiElimina
  96. Adriano ,dopo aver fatto il danubio salato ,ho provato la versione dolce. Buonissimo ,come tutte le tue ricette.Sofficissimo e la crema zabaione gustosissima!

    RispondiElimina
  97. Ciao Adriano, ti seguo da un pò ormai e in questi giorni ho fatto sia il danubio (però ho aggiunto le gocce di ciccolato) che la pizza croccante, e ti devo fare i complimenti perchè il danubio è uno spettacolo, e la pizza non ne parliamo.. da una vita cercavo una ricetta per una pizza in teglia cosi!!!
    Ti ringrazio per condividere con noi la tua formidabile esperienza....

    Un giorno mi piacerebbe proprio venire ad un tuo corso, spero presto!

    Poi ne approfitto per chiederti un consiglio, per aggiungere le gocce di cioccolato al danubio, come mi consigli di fare? Io le ho aggiunte alla fine, al posto del ripieno e ho cercato di amalgamarle un pò... posso inserirle anche prima?
    Grazie mille

    Sarah

    RispondiElimina
  98. lucy, viso anche questo, bravissima!

    francesca, mi fa davvero molto piacere!

    sarah, puoi aggiungerle, fredde di frigo, a fine impasto se questo non supera i 26°. Altrimenti conviene amalgamarle a mano.

    RispondiElimina
  99. una meraviglia..
    amo gli impasti lievitati e piano piano mi piacerebbe provare anche questo
    grazie

    RispondiElimina
  100. Adriano ogni tua ricetta è un successo !
    E una volta provata una tua ricetta non la si lascia più .
    Pian piano sto facendo tutte le tue ricette con grandissima soddisfazione per l'ottima riuscita .

    RispondiElimina
  101. antonella, se la provi fammi sapere ;)

    francesca, grazie infinite!

    RispondiElimina
  102. mi piace:) splendide ricette e ti seguo con piacere :) se ti va passa da me anche se sono alle prime armi :) ciao :) il tuo blog

    RispondiElimina
  103. Che meraviglia!! Questa ricetta la provo di sicuro, poi ti faccio sapere!! Ciao da Bologna, Monia.

    RispondiElimina
  104. ary, vengo a curiosare

    monia, provato?

    RispondiElimina
  105. Ciao Adriano, ho fatto questo meraviglioso danubio dolce e ho fatto la mia bella figura grazie a te. Devo però chiederti come mai mi si è formata una bolla vuota sopra la crema,separando la crosta e quindi non troppo bello da vedere (comunque buonissimo!!). ti ringrazio per tutte le meravigliose ricette che ci metti a disposizione. Grazie e ciao
    Enrichetta da Verona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crema deve essere soda, altrimenti l'eccessiva evaporazione forma una bolla.

      Elimina
  106. Ciao Adriano, ho rifatto il tuo Danubio, che puoi vedere qui
    http://menta-e-rosmarino.blogspot.it/2013/01/danubio-dolce.html

    :) Grazie mille!!

    RispondiElimina
  107. Con questo impasto è possibile preparare la famosa "torta di rose"?

    RispondiElimina
  108. ciao a tutti, il sale quando va incorporato? ho fatto oggi questa ricetta e me ne sono dimenticata..... speriamo bene!

    RispondiElimina