mercoledì 30 gennaio 2008

castagnole alle mandorle


E' una ricetta di Iginio Massari, secondo me veramente buona.


Ingredienti:

500gr farina 00
150gr zucchero
2 uova grandi
zeste gratt. di un limone
75gr farina di mandorle
5gr lievito in polvere
50gr latte
50gr maraschino
2,5gr sale
75gr burro fuso freddo

Montare in planetaria le uova con lo zucchero, unire il burro e le zeste e continuare a montare. Mettere la foglia ed unire le mandorle, il sale e metà della farina setacciata con il lievito. Alternare liquore e latte al resto della farina fino ad ottenere una pasta della consistenza di una frolla morbida.





Arrotolare bastoncini di circa 2cm e tagliare tronchetti di circa 2cm.





Friggere in olio profondo a 170°.




Passarle calde nello zucchero semolato e consumare tiepide.
Assorbono pochissimo olio, tanto da sembrare cotte in forno. Si può aggiungere essenza di mandorle e sostituire il liquore, io faccio un misto di maraschino e strega.









48 commenti:

  1. eheh, questa volta i primi complimenti te li faccio io!!!

    Cercando ricette per castagnole, trovarle qui è una manna...anche se quelle che cercavo me le immaginavo con l'uvetta passa....prima provo, poi magari "adatto". Grazie ;)

    RispondiElimina
  2. buonissime devono essere!!!che planetaria usi tu? sto pensando di investire....

    RispondiElimina
  3. Buone buonissime e semplici..
    presto nel mio blog posterò la ricetta delle kiakkere
    Monique io ho un kenwood chef major ed è ottimissimo!!!
    Il prezzo è altino ma ha tutti gli accessori necessari, ke puoi aggiungere quando vuoi investire, per una cucina!!
    buoni acquisti
    :)f

    RispondiElimina
  4. nn so se assomigliano di più alle sfinci siciliane o alla pignoccata che si fa pressappoco così...è una ricetta tradizionale o di tua nvenzione?baci

    RispondiElimina
  5. d più alle sfince.La pignoccata non ha lievito nella ricetta...

    RispondiElimina
  6. Magnifiche e se dici da provare assolutamente si devono provare!

    RispondiElimina
  7. maik, di castagnole ne esistono un'infinità di ricette.

    monique, ho una kenwood TM005.

    flo, vengo a dare uno sguardo da te.

    mike, la ricetta è di un cero Iginio Massari...uno alle prime armi ;-)

    maria giovanna, vai tranquilla, meritano.

    RispondiElimina
  8. ok, ma nn per questo è da escludere che possa essere un dolce tipico...baci

    RispondiElimina
  9. mike, rispondevo solo sulla paternità della ricetta, è probabile che sia l'elaborazione di una preparazione tradizionale. Bello il tuo blog!

    RispondiElimina
  10. ciao adriano, sono sissy ieri ho provato le castagnole e sono piaciute molto!!!! però io voglio imparare a fare bene il pane e venerdi mi sono cimentata a fare il pane di grano duro 2, è andato tutto bene fino alle pieghe del primo tipo poi quando parli di avvolgere con i pollici non ho capito, cosa devo fare con i pollici? e poi dici di ripiegare il canovaccio su cosa significa? altra domanda , se c'è la ciotola di acqua non devo vaporizzarte come il primo pane vero! ed infine il riporto che mi e rimasto nel frigo dato che ne ho usato 200 gr quanti giorni può restare nel frigo? o devo rinfrescarlo tutti i giorni anche se non lo utilizzo? scusa se ti faccio tante domande ma voglio proprio imparare bene .questa sera mangerremo la pizza alta poi ti farò sapere ciao ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  11. grazie per la visita...cmq poi dai un'occhiata alle mie sfinci di natale...complimenti anche a te abbiamo la stessa passione per il lievito di birra e nn solo: io solitamente ne mette pochissimo e quando faccio il pane faccio almeno 3 lievitazioni...poi ti mando qulche mia sperimentazione...bacio

    RispondiElimina
  12. sissy, l'avvolgimento con i pollici è una cosa semplicissima, ma difficile da spiegare, è meglo che metti in forma come più ti aggrada, cercando di dare una serrata media alle forme. Metti il pane su di una metà di un canovaccio infarinato, poi copri con l'altra metà. Il pane questa volta non va vaporizzato. Il riporto va rinfrescato ogni 4 - 5 giorni, e mantenuto in una zona sui 4 - 5°.

    mike, vengo a curisoare un pò da te ;-)

    RispondiElimina
  13. fantastiche!
    anch'io uso questa ricetta di Massari.
    sono fenomenali.

    RispondiElimina
  14. Come sempre bellissime ricette, ben illustrate e raccontate, complimenti!!

    RispondiElimina
  15. se adriano ha detto che questa ricetta è buona posson farla ad occhi chiusi e mani legate.
    gia è poi come impasto?
    ahahah
    stavo cercando in rete delle castagnole buone ed eccole
    anche se sono o.t. mica hai la ricetta delle cartellate ma che hai provato?

    RispondiElimina
  16. ciao adriano la tua pizza ad alta idratazione era altissima buonissima e sofficissima very very compliment. sissy

    RispondiElimina
  17. alla ricerca di ricette sono finita nel tuo blog......il nome mi ha sobito incuriosita....ma che meraviglia....complimenti!!!
    ti ho già inserito nei miei preferiti
    PS ma fai il fornaio!!!!!kissssss

    RispondiElimina
  18. berso, vero che sono particolari?

    anicestellato, grazie.

    carmen, si impastano anche a mano. Le cartellate non le ho mai fatte.

    sissy, felice che ti sia piaciuta.

    anonimo, no, faccio tutt'altro lavoro.

    RispondiElimina
  19. bè allora sei proprio (1 grande)artista....come avevo inizialmente pensato.....perchè la particolare precisione nel (creare) facevano sottendere che tu fossi del mestiere ma invece no è l'amore per il profumo di lievito...!!!!ihhhhh...
    con ciò vorrà dire che seguirò ancor di più le tue "morbide" creazioni, che io adoro tanto!!!!
    a presto

    RispondiElimina
  20. niente male queste del Massari ;-)
    provate e piaciute!
    Mike,permettimi,ma non centrano nulla nè con le sfince siciliane nè con la la pignoccata!
    ciao Adriano **

    RispondiElimina
  21. Il tuo blog è delizioso, non ho ancora visto qualcosa che non mi piaccia:-)verrò a trovarti spesso, buona giornata:-)

    RispondiElimina
  22. anonimo, si, la mia è pura passione.

    ross, vero che non paiono fritte?

    sweetcook, grazie!

    RispondiElimina
  23. Fritte?ma quando mai... lo zucchero semolato non aderisce alla superfice,per quello ho fatto un mix con zucchero a velo ;-)

    RispondiElimina
  24. Vedi che poi fai meglio di me?, A me ne prende, ma solo appena fritte, caldissime.

    RispondiElimina
  25. adriano, anche queste, buonissime...non sembrano proprio fritte, croccanti fuori, tenere dentro, quel sapore di mandorle, insomma...una tirava l'altra!!! ciao, katia.

    RispondiElimina
  26. katia, si, sono pericolose...;-)

    RispondiElimina
  27. Per favore vorrei sapere se queste castagnole possono essere farcite con la pasticcera,quindi se dentro sono vuote. Grazie

    RispondiElimina
  28. anonimo, no, non sono adatte ad essere farcite.

    RispondiElimina
  29. Ho cambiato idea, farò queste. grazie MILLE

    RispondiElimina
  30. Fatte e riuscite bene.Ormai le "mie" castagnole sono queste.Sono piaciute molto e tutte a chiedermi la ricetta.Le ho sollecitate a frequentare questo blog che è una miniera infallibile

    RispondiElimina
  31. Ciao Adriano,volevo chiederti un consiglio....anche se oramai le farò il praossimo anno...
    Sicuramente le tue saranno buonissime!!!!Perche hai messo la farina di mandorla....ma non riesco a capire come sono dentro,sono soffici???Ho visto che anche tu hai messo poco lievito,(così non da fastidio in bocca e sono meno indigeste....)
    E diversi anni che faccio
    la mia ricetta,mi vengono abbastanza soffici...
    Quest'hanno ho voluto aggiungere un pò di bicarbonato, perche ne avevo sentito parlare ma non sapevo la quantità,sono venute ancora più alveolate e soffici anche il giorno dopo...
    Che ne pensi?????lo hai mai usato tu?????GRRRAAAAZZZZIIIIEEE!!!!

    RispondiElimina
  32. patty, uso farina di mandorle perchè sono castagnole alle mandorle :))
    a parte gli scherzi, è quella la caratteristica.
    ono morbide ma non particolarmente soffici. Il bicarbonato lo uso solo se tra gli ingredienti c'è un acido, altrimenti lascia retrogusto.

    RispondiElimina
  33. Ciao Adriano, seguo il tuo blog da tanto tempo, bellissime ricette, complimenti.
    Adoro le mandorle, vorrei provare le tue castagnole, la farina la compri o la fai tu?
    Grazie. Lara

    RispondiElimina
  34. lara, di solitoi la faccio io, grazie per i complimenti.

    RispondiElimina
  35. Ciao Adriano,adoro tutto ciò che fai, la tua crostata di mele ormai la conoscono tutti i miei amici.
    Una curiosità, questo impasto è adatto per fare le castagnole al forno anzichè fritte?
    Per il fritto che olio usi?

    Grazie.
    Lara

    RispondiElimina
  36. lara, non ho mai provato ma dubito che vengano bene. Uso olio di arachide.

    RispondiElimina
  37. Adriano ciao,
    Ho fatto per ora il pane non seguendo fedelmente le tue ricette ma applicandione i consigli sulla lavorazione quindi varianco le mie e già così il pane è stato un trionfo!! quanto prima mi applicherò per riprodurre (spero)
    sono autodidatta per il pane prendendo spunti e notizie dai clienti che lo fanno per lavoro.
    Sono quindi già contento per i risultati ottenuti, figurati dopo che avrò messo in pratica i vari passi che consigli.
    sei grande!!!!!!!

    RispondiElimina
  38. Ciao Adriano,
    è già il secondo anno che preparo le tue castagnole e riscuotono sempre un successo grandissimo! Quest'anno ne ho fatte anche con la farina di nocciole e sono ancora più buone! Ieri sera ho preparato due impasti: uno alla farina di mandorle con il rhum e uno alla farina di nocciole al Cointreau e stamattina, assieme a mio marito, ne abbiamo fritte oltre 700!!!
    Grazie ancora!
    Valeria

    RispondiElimina
  39. valeria, capperi, bel lavoraccio!

    RispondiElimina
  40. Ciao Adriano, che dire....buonissime pure queste. Non me le aspettavo così friabili...e gustose...sono anche veloci da fare...sono quindi perfette! Grazie Lucy

    RispondiElimina
  41. lucy, il buon Massari sa il fatto suo ;)

    RispondiElimina
  42. ciao adriano, volendo farle senza farina di mandorle???
    cioè come posso adattare questa ricetta in modo da prepare le castagnole classiche???

    RispondiElimina
  43. Ho visto fare questa ricetta su raiuno, ho fatto la mia ricerca esplorativa su internet e ho trovato te Adriano.
    Domani farò queste castagnole perchè invogliata dai tuoi commenti (soprattutto quello che dice che assorbono pochissimo olio), quindi ci tengo a ringraziarti.
    Paola

    RispondiElimina
  44. Complimenti per il blog e grazie per le tue preziose ricette!
    Anch'io ti segnalo che la solita signora bionda della rai deve essere passata da queste parti recentemente perchè ha rifatto queste castagnole, cambiando pochissimo(rum invece di maraschino e 30 gr di zucchero in meno). Ci risiamo purtroppo...

    RispondiElimina
  45. luigi, mi sa di no.

    paola, tamara, oramai è un vizio...

    RispondiElimina
  46. In questi giorni di neve, chiusa in casa con tre figli, abbiamo fatto queste castagnole per gioco.
    Sono venute buonissime e i ragazzi si sono molto divertiti.
    grazie Laura

    RispondiElimina
  47. laura, grazie a te per averle provate!

    RispondiElimina