mercoledì 5 novembre 2008

crostata di mele alsaziana



Per il mio gusto è tra le crostate di mele più buone, complice la caratteristica cremina slegata.
L'originale prevede la pasta brisée, ma io la preferisco con la frolla.

Ingredienti:

400gr pasta frolla
4 mele di media misura
succo di 1 limone
crema:
150gr panna fresca
140gr latte intero
50gr zucchero
2 uova
1 tuorlo
1 pizzico di sale
I semi di ½ bacca di vaniglia o ½ cucchiaino di estratto
zucchero a velo

Foderare uno stampo da crostata da 30cm con la pasta frolla. Bucherellare il fondo e cuocere in bianco a 180° per 12’.
Nel frattempo sbucciare le mele, tagliarle a quarti, poi a fette e spruzzarle con il succo di limone.
Adagiarle nel guscio di frolla disponendole a raggiera.
Sciogliere lo zucchero nel latte, unire tutti gli ingredienti della crema alle uova leggermente sbattute, mescolando senza montare e versare il composto nel guscio, distribuendolo uniformemente.



Infornare a 190° fino a cottura, ca. 40’. Negli ultimi 10’ spolverare generosamente di zucchero a velo. La crostata è pronta quando la crema è rassodata, ma ancora umida e tremolante. Non superare questo stadio di cottura.



83 commenti:

  1. Dalle immagini sembra buonissima....e molto gustosa!!frolla, mele e crema di panna...tutti ingredienti che ci piacciono...non è che te ne avanza una fettina???
    bacioni

    RispondiElimina
  2. Splendida!! ... e mi incuriosisce molto questa cremina slegata :)

    RispondiElimina
  3. come sempre.....GRAZIE!!!!!!!! Non vedo l'ora di provarla!
    irene

    RispondiElimina
  4. Buongiorno Adriano.
    Riesci sempre a stupirmi...
    Questa crostata,è da provare al più presto.
    Come tutte le tue ricette :-)

    RispondiElimina
  5. 'na favola................
    complimenti!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia ...da fare subito !

    RispondiElimina
  7. che bell'aspetto, sembra molto buona. un'alternativa alla mia solita tarte tatin...

    RispondiElimina
  8. mammamia che acquolina... finita la dieta me ne faccio una tutta per me!!! no, magari una fetta... ciaoooo! fresca :D

    RispondiElimina
  9. Volete partecipare ad un concorso con una buona azione ?
    http://cookinginrome.blogspot.com/2008/10/100-good-deed-prize-il-premio-della.html
    Grazie

    RispondiElimina
  10. Wow, è davvero invitante!
    Baci

    RispondiElimina
  11. le torte di mele son le mie preferite per cui mi segno anche questa.
    ciao

    RispondiElimina
  12. passavo per un saluto e vedo una delizia!!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  13. basta poco per trovarsi con una torta ricca di gusto , brava!!

    RispondiElimina
  14. leggo con piacere questo blog! bellissimo!

    RispondiElimina
  15. beddamatrisantissima...mi rendi "felice" con queste cose Adriano, non so quando la proverò..ma so che alla prima occasione farò un figurone :-))
    grazie :*:*:*

    RispondiElimina
  16. due domandine frolla senza o con un poco di lievito?
    e poi la crema prima di assodarsi non bagna la pasta?
    ciao
    lea

    RispondiElimina
  17. Come facevi a sapere che avevo bisogno di una torta con le mele? Non una qualsiasi.Una buona!

    RispondiElimina
  18. l'avevo fatta, ma diversa, ottimo l'utilizzo della panna, la rifaccio come la tua, le torte di mele sono la mia passione, grazie!

    RispondiElimina
  19. sarà da provare.
    complimenti.

    Anna

    RispondiElimina
  20. ....ahhh le crostate....la mia passione!!

    RispondiElimina
  21. Caro Adriano,
    io mi aggiungo alla lunga lista delle tue fans, oramai per me sei un mito, guardo a bocca aperta le tue creazioni e mi chiedo se un giorno riuscirò mai a farne una simile anch'io, si, una, mi basterebbe una delle tue stupende paste lievitate o delizie come questa crostata di mele così raffinata!
    grazie, io ti aggiungo ai preferiti anhe se ho letto il tuo profilo e quindi non mi aspetto risposte!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  22. ciao!
    provata ieri sera... ottima... come sempre per le tue ricette... :-)
    ...forse però diminuirei un pochino lo zucchero della crema perchè con l'abbondante spolverata di zucchero l'ho trovata un po' dolce.
    ciao
    mari

    RispondiElimina
  23. Grazie a tutti!

    ross, mi pare di sentirla dalla tua vocequell'espressione :))

    lea, va bene la frolla che preferisci. C'è la precottura in bianco che la salvaguarda, ma come tutte le crostate con la crema, con il tempo tende ad assorbire l'umido.

    pin, che responsabilità!

    maria angela, c'è l'aspro delle mele intrise di succo di limone che fa contrasto, però forse hai ragione, anch'io quest'ultima volta l'ho sentita un pò dolce. Dò una spuntatina alla ricetta ;)

    RispondiElimina
  24. le tue ricette sono sempre fenomenali MEGA SLURP! Anche a me come Paoletta incuriosisce molto l'idea di questa crema slegata, e anche io come te prefeerisco la frolla, non c'è storia con la brisè! Insomma una torta di mele così buona mi sta facendo una gola...
    Un saluto dal Canada!

    Francesca

    RispondiElimina
  25. Complimenti ha un ottimo aspetto... da provare al più presto!!

    RispondiElimina
  26. fffattaaaaaaaaaaa!!
    Lo scassa di casa ha detto SI ;)

    Ti piace?? :P :P
    http://www.flickr.com/photos/paolettas/3009727639/

    GRAZIE !!

    RispondiElimina
  27. Adriano sei bravo!!!... Saluti da la Venezuela!!
    Ina

    RispondiElimina
  28. Ciao Adriano oggi ho preparato la crostata e l'ho trovata buonissima però ho avuto un problema con la frolla preparata con la tua ricetta perchè in cottura il guscio è diventato un disco.
    L'ho impastata con il Ken in che cosa pensi avrò sbagliato?
    Ho rifatto l'impasto con la mia ricetta usando zucchero semolato ed è andato tutto bene.
    Un cordiale saluto
    gabriella

    RispondiElimina
  29. Io anche l'ho fatta oggi. Mi è piaciuta da morire e non la trovo affatto dolce. Credo pero' dipenda dalla qualità delle mele. Io ho usato quelle della mia vicina, del suo giardino, che sono asprissime. Quindi lo zucchero ci stava proprio bene.
    Grazie Adriano, stasera abbiamo cenato con te (la tua pizza, quella col poolish, e la tua crostata)
    Maritè

    RispondiElimina
  30. ottima come sempre, complimenti

    RispondiElimina
  31. OTTIMA! PER LA COTTURA IN BIANCO, MI CONSIGLI DI BUCARE CON I REBBI DELLA FORCHETTA LA FROLLA E POI CUOCERLA CON CARTA FORNO E PALLINE DI CERANMICA? IL FORNO PER LE CROSTATE DEVE ESSERE VENTILATO O STATICO?
    GRAZIE

    RispondiElimina
  32. Mi piacerebbe partecipasti ad 'Il premio della buona azione' tutti i dettagli qui : http://cookinginrome.blogspot.com/2008/10/100-good-deed-prize-il-premio-della.html

    RispondiElimina
  33. grazie ancora a tutti per i commenti.

    francesca, la cremina/pappetta è la caratteristica particolarmente piacevole di questa crostata.

    paoletta, vista.

    gabriella, l'hai fatta riposare in frigo?

    maritè, hai una foto?

    anonimo urlante, la cottura ve bene come dici, il forno meglo statico.

    RispondiElimina
  34. E' sempre un piacere vedere le tue ricette, ed è per questo che ti ho assegnato un premio che potrai ritirare da me quando ti sarà possibile. Buona giornata!

    RispondiElimina
  35. Si, Adriano, ho le foto anche se con la nuova macchina ancora non riesco a farle bene.
    Maritè

    RispondiElimina
  36. Adriano, con la tua frolla le crostate vengono ottime. Sicuramente anche questa è eccezionale. La vorrei provare con delle melette annurche del mio terreno che sono un po' asprigne.
    Grazie sempre per i preziosi consigli.
    Saluti.
    Marco

    RispondiElimina
  37. Adriano, ho messo le foto su Flickr
    Maritè

    RispondiElimina
  38. è una meraviglia!

    PS: nel mio blog troverai un premietto, passa a ritirarlo quando preferisci.

    RispondiElimina
  39. ciao sono lara, nelle foto del tuo blog spesso vedo una impastatrice, e visto che sto x acquistarne una vorrei chiederti quale usi. Grazie e complimentissimi per il blog!

    RispondiElimina
  40. Tutte queste squisitezze meritano 2 premi,vieni a prenderli!ciao

    RispondiElimina
  41. Ricetta semplioce e anche di grande effetto....Ciao Adriano!

    RispondiElimina
  42. la ricetta è perfetta e seguendo alla lettera dosi e tempi viene benissimo
    ma... posso?
    ho trovato il sapore troppo dolce nell'insieme ,e trovo manchi un qualcosa che contrasti ,la vaniglia acccentua il dolce e non stacca abbastanza
    lea
    ps è stata comunque spazzolata tutta in un dopo cena,bevedo un buon fragolino bianco

    RispondiElimina
  43. kimberlyn, elle, angy, grazie infinite per aver pensato a me per i premi, ma, come potete leggere in cima, non sono in grado di ricambiare.

    maritè, vista, bellissima.

    marco, le annurche secondo me vanno benissimo proprio perchè asprigne.

    lara, ho una kenwood km005, ma anche una kitchenaid va benissimo.

    dolcienonsolo, grazie!

    lea, certo che puoi, ma devo dirti che a me piace proprio la nota acidula delle mele intrise di succo di limone, che provoca un notevole contrasto.
    Tu ce l'hai messo, vero?

    RispondiElimina
  44. passo ore a mirare e rimirare.. poi corro ad impastare, ma ho già la testa alla ricetta che non è ancora stata pubblicata. Speriamo che arrivi anche quella della stupendissima torta ricotta e pere!!!

    RispondiElimina
  45. Che spettacolo questa crostata! Buona domenica Laura

    RispondiElimina
  46. Viene la colina in bocca solo a guardarla!
    Bello il tuo blog, ma anche utilissimo per le bocche fameliche che abitano in casa mia!!!
    Franz

    RispondiElimina
  47. carissimo Adriano complimenti per il gusto della torta, a me è rimasta più bianca, perchè? dove ho sbagliato?

    Grazie.

    Anna

    RispondiElimina
  48. C'è un premio per te... Passa a ritirarlo!
    Buona serata...

    RispondiElimina
  49. anonimo, la ricotta e per tra un pò. Chi sei?

    laura, Grazie!

    franz, anche casa mia è abitata da esseri voraci...;)

    anna, se sotto è risultata cotta, probabilmente avresti dovuto spostarla più in alto nel forno.

    carolina, grazie per aver pensato a me, ma, come è scritto in testa al blog, sono impossibilitato a ricambiare.

    RispondiElimina
  50. L'ho fatto solo perché lo ritenevo giusto, non mi aspettavo nessun tipo di riscontro.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  51. vorrei fare la tua crostata ma non ho capito se la crema va cotta in un pentolino oppure no
    grazie
    chiara

    RispondiElimina
  52. carolina, non vorrei averi offesa, davvero non saprei chi premiare...

    chiara, la crema va cotta direttamente nel guscio, in forno.

    RispondiElimina
  53. Fatta oggi direi: PER-FE-TTA... anche la spolverata di zucchero a velo nel finale è azzeccatissima per quella sorta di effetto "favoloso mondo di amelie" ;)
    Vai ti aspetto alla prossima.

    RispondiElimina
  54. erika, loste, felice vi sia piaciuta :)

    RispondiElimina
  55. Ciao Adriano, anche io ti seguo da un po' e mi accodo alla sfilza di complimenti!!! Ho fatto questa torta già tre volte in una settimana e che dire.... ottimissimissima!!!! Grazie di cuore per le meravigliose ricette. A presto Paola.

    RispondiElimina
  56. Ciao Adriano, che tipo di mele suggerisci di utilizzare?

    Lasciamo perdere le annurche che, a meno di non avere l'albero in casa, sono più introvabili del tesoro dei pirati.... (quelle vere intendo, non quelle che vendono in giro con lo stesso nome)

    Salutoni
    /Carlo

    RispondiElimina
  57. paola, sono contento che ti sia piaciuta.

    carlo, le golden o le royal vanno bene.

    RispondiElimina
  58. Me la ero persa questa!!
    E' deliziosa!
    Io ne faccio una verisone "rapida" quando voglio coccolare GG.... ma adesso mi copio subito la tua!
    E grazie di esserci!
    nasinasi golosi

    RispondiElimina
  59. ...ed io che credevo di preparare una buonissima torta di mele, questa è superlativa!!!
    La proverò. Ciao Rorò

    RispondiElimina
  60. ciao Adriano e complimenti per le tue ricette sempre molto invitanti..domani vorrei fare questa splendida crostata, volevo chiederti se è meglio usare il forno a funzione statica o ventilato e a quale temperatura...so che per non rovinare la frolla è importante non sbagliare..grazie !

    RispondiElimina
  61. ho dimenticato di chiederti se posso farla anche la sera prima (come la conservo visto che ha la crem..in frigo?) o è meglio fatta e mangiata ? grazie e buona pasqua

    RispondiElimina
  62. cla, io cuocio in forno statico a 180°, ma ogni forno è una storia a sè.
    Sarebbe meglio fatta e mangiata, ma se ti anticipi, meglio tenerla in frigo, ricordandoti di tirarla fuori un paio d'ore prima di consumarla.

    RispondiElimina
  63. ciao Adriano,
    passo per dirti che sabato ho preparato la tua crostata di mele alsaziana....buonissima, semplice e molto molto buona!
    tutti a farmi i complimenti ed io a pensare: be' grazie ad adriano!!! ;-D

    ciao fede

    RispondiElimina
  64. federica, sono contento vi sia piaciuta ;)

    RispondiElimina
  65. coccole in cucina23 novembre 2009 06:39

    ciao adriano
    ho provato a farla, ma la crema ha il saore di frittata..dove ho sbagliato?

    grazie

    tiziana

    RispondiElimina
  66. tiziana, la cottura, se si supera lo stadio indicato, succede proprio questo.

    RispondiElimina
  67. Ciao Adriano,
    sono passata a dirti, che la tua crostata è fantastica, e la tua ricetta, fa bella mostra di se, sul mio blog...
    Grazie di cuore
    Aurelia

    RispondiElimina
  68. aurelia, vista, mi fa piacere sia stata di tuo gradimento.

    RispondiElimina
  69. Adriano,
    finalmente l ho fatta!
    ottima.

    grazie ancora.

    baci

    RispondiElimina
  70. erika, grazie a te per averla provata ;)

    RispondiElimina
  71. ciao Adriano ho provato la tua torta di mele, ma forse per un mio errore si sente troppo il sapore dell'uovo (sembra una frittatina), secondo te a cosa è dovuto? Comunque le tue ricette sono buonissime...! Grazie

    RispondiElimina
  72. yakul, dipende da un eccesso di cottura o dalla temperatura troppo alta.

    RispondiElimina
  73. Fatta! Molto buona. Grazie per la ricetta.

    Mi "trastullo" con queste cose in attesa che arrivi l'impastatrice... poi inizierò con le cose serie!

    RispondiElimina
  74. Ciao Adriano, vorrei chiederti se i semi di vaniglia vanno aggiunti semplicementi insieme agli ingredienti della crema e se il latte va tiepido. Ma lo zucchero a velo va messo gli ultimi 10' all'interno del forno? Grazie, Elisabetta

    RispondiElimina
  75. elisabetta, sarebe meglio bollire il latte con i semini e poi raffreddarlo prima di mescolarlo con gli altri ingredienti.
    Negli ultimi 10' va tirata fuori e spoverata con zucchero a velo.

    RispondiElimina
  76. Ciao, ho bisogno di un chiarimento: su un libro di scuola di pasticceria ho letto che le crostate si infornano a forno freddo. E' vero?
    Io inforno sempre con preriscaldato e ho notato che se metto la temperatura del forno a meno di 200 la frolla si deforma perchè si scioglie e quando invece la metto a 200 mi si brucia e rimane cruda. Qual è la cosa giusta da fare?
    Grazie e complimenti per il tuo blog

    RispondiElimina
  77. miriam, che io sappia si infornano a forno dolce, 160°, dopo averle fatte raffreddare in frigo.

    RispondiElimina
  78. Mogia mogia e con le orecchie abbassatissime, sono qui a dirti che di sapore era buonissima, ma la bella crostata non si è voluta staccare dallo stampo (quello della pastiera) imburrato a puntino e infarinato per benino.
    A parte il fatto che in ogni caso è stata apprezzata, ho due cose da chiederti sommessamente:
    1) essendo sua caratteristica la cremina slegata, come si ottiene (se si stacca, ovviamente!)di capovolgerla per porla in vassoio senza antipatica mobilitazione di qualche fettina di mele "non legata" a puntino dalla crema?
    Mi metto in lista per la risposta, perché la vorrei riprovare. Grazie, Anna

    p.s. La stessa Anna che ha postato un commento su: pane cafone napoletano, pizza croccante in teglia e che, senza commento, si è beata dei tuoi panini al latte(!), del soffio d'amaretto e spero di tante altre ricette ancora, tutto concentrato nel fine settimana, purtroppo! Grazie sempre

    RispondiElimina
  79. A seguire dal precedente: non ti ho chiesta la seconda cosa:
    2) è una conseguenza del mio forno ventilato il fatto che, sia nella cottura del pane cafone che il quello con le patate, il tempo di cottura indicato non era assolutamente sufficiente a dirli cotti, ma ho dovuto insistere ancora una trentina di minuti? Grazie, Anna

    RispondiElimina
  80. Ciao a tutti,
    ma la panna fresca (ho comprato quella liquida) prima di aggiungerla va montata??

    P.S. Col mio forno ce le posso lasciare anche 3 ore le torte, ma se metto il programma ventilato non c'è versi che si cuociano dentro ...
    quindi sempre forno col programma tradizionale

    RispondiElimina
  81. anna, se hai difficoltà a sformarla, puoi utilizzare lo stesso sistema della tarte all'arancia
    http://profumodilievito.blogspot.com/2010/02/tarte-allarancia.html
    Per la cottura del pane 30' in più sono troppi, prova ad aumentare la temperatura.

    anonimo, assolutamnte no ;)

    RispondiElimina