giovedì 26 giugno 2008

treccia al pesto


Morbida e profumata, dall'alveolatura fitta e minuta, può essere utilizzata per un buffet, magari in piccole monoporzioni debitamente farcite.

Ingredienti:
500gr farina 00 di media forza (W 250)
280 – 290gr acqua
90gr pesto
6gr lievito fresco
10gr sale
Un cucchiaino malto

Sciogliamo 3gr di lievito ed il malto in 200gr di acqua, mescoliamo 200gr di farina, copriamo.
Dopo ca. 1 ora (o quando compariranno le prime fossette al centro), uniamo l’acqua rimanente, in cui avremo sciolto gli altri 3gr li lievito, e ca 150gr di farina. Avviamo la macchina a vel. 1, quando il composto sarà diventato cremoso, uniamo il sale e, poco dopo, un po’ di farina per asciugare l’impasto. Portiamo la vel. a 1,5 e, quando l’impasto si sarà avvolto sul gancio, inseriamo gradatamente due cucchiai di pesto. Lasciamo assorbire, poi aggiungiamo il resto della farina e lasciamo andare fino a che non incorda. Inseriamo lentamente il pesto rimanente e facciamo andare la macchina fino a che l’impasto non risulti omogeneo. Trasferiamo in un contenitore chiuso e, dopo 15’, mettiamo in frigo a 5 – 6° per sei ore.
Tiriamo fuori dal frigo ed attendiamo i primi cenni di lievitazione, dopodichè spezziamo in 4 e formiamo a palla non tesa


copriamo a campana. Dopo 20’ avvolgiamo ogni pezzo a filone e diamo una prima allungata. Ripartendo dal primo allunghiamo a ca. 40cm e formiamo una treccia ben tesa.



Mettiamo in una teglia oliata o con carta da forno e copriamo con pellicola. Al raddoppio


inforniamo, con vapore, a 220°. Dopo 10’ togliamo l’acqua e portiamo a cottura a 180° (ca 20 – 30’)




45 commenti:

  1. Mi hai giusto ricordato che ho una ricetta di pane al pesto in sospeso! Buonissimo ma forse gli ingredienti sono un filo diversi e sicuramente, il tuo mi da idea fosse molto più morbidoso!

    RispondiElimina
  2. mi piacerebbe tanto provarci anche se non ho l'impastatrice...chissa che profumo!

    RispondiElimina
  3. ciao mi chiamo asia è la prima volta che vedo questo blog e mi ha incuriosito. vorrei sapere se sai indicarmi qualche marca di farina00 di forza 250 come richiede questa ricetta. se non la trovassi sai dirmi le proporzioni per tagliarla se si può? grazie a presto.

    RispondiElimina
  4. Adriano il pane è stupendo :)
    Posso dire anche che la prima foto è bellissima?
    p.s. mettila più grande ;)

    RispondiElimina
  5. ciao ho scoperto il tuo blog tramite paoletta...
    mi hai veramente incantato...
    fai delle ricette divine che mi lasciano veramente a bocca aperta...complimenti...
    ciao
    giulia

    RispondiElimina
  6. Che bontàààààà...è superlativo!!!
    Complimentissimi

    RispondiElimina
  7. Anche questo pane è straordinario...da provare!!!

    RispondiElimina
  8. sere, se lo provi, mi dici?

    ciboulette, non è molto complesso e idratato, a mano sepoffà.

    asia, una 0 per pizza va più che bene (tre mulini, spadoni, loconte ecc.)

    paoletta, non, proprio tu non puoi dirlo;-)
    E' già in formato grande...credo...

    giulia, simo, dolcienonsolo, grazie!

    RispondiElimina
  9. Io la mangerei anche cosi'...nature ! ;))

    RispondiElimina
  10. Una pane che sa d'estate!!! bella ricettina Buona serata Laura

    RispondiElimina
  11. che schifo, iio mi vergognerei.
    La seconda spira della treccia non è simmetrica. Mah, quanta improvvisazione. :-D
    Ah, ho fatto congelare gli sgonfiotti che avevi postato per poi riprenderli...perfetti.
    Grazie

    RispondiElimina
  12. Adriano ciao sono Anna Maria! Io ho una domanda: ma quando le pensi, come le pensi? Mi complimento con te non solo per la bravura ma anche per la fervida e produttiva creatività.
    grazie come sempre

    RispondiElimina
  13. Complimenti!! Come sempre le tue ricette sono un sogno!!! Grazie di tutto il tempo che ci dedichi!!!
    irene

    RispondiElimina
  14. Buongiorno Adriano,
    avendo a disposizione una farina un poco piu' forte (W280/300) credi che si possa preparare un poolish vero e proprio ?

    Ciao, Stefano.

    RispondiElimina
  15. La ricetta è splendida, io avrei giusto delle difficoltà a fare la treccia..già faccio fatica con 3, figurarsi con 4, non ci ho mai provato nemmeno.

    RispondiElimina
  16. emilia, laura, grazie!

    bersuccio, un difettuccio c'è davvero, vediamo se lo becchi;-)
    Fino a che stadio hai dato la prima frittura?

    Anna Maria, pensa tu che uno dei miei difetti è la scarsa fantasia...

    irene, grazie a te!

    stefano, si ma poi va comunque usata una 220 - 250 in seconda.

    michela, mica è obbligatorio a 4;-)

    RispondiElimina
  17. BUONGIORNO ADRIANO SONO ANNA PANIFICATRICE FANATICA CHE ALLEVA UN LM 'STIFF' DA UN PAIO D'ANNI CON IL SOLO OBIETTIVO DI FARE UN PANETTONE COME SI DEVE MIRAGGIO FINORA MAI RAGGIUNTO. A QUANDO UNA TUA RICETTA CON LM ANCHE PER PANE E BRIOCHES ? A PROPOSITO UNENDOMI AL CORO DEI TUOI AFICIONADOS TI RINGRAZIO PER LE BELLISSIME OPERE CHE CI HAI FINO AD ORA DATO! BUONA GIORNATA

    RispondiElimina
  18. ciao adriano....molto estiva qsta streccia....io la preparo con il mix di erbe ed più che una treccia è 1 vera matonella provenzale....è una vera guduria ogni volta che si taglia una fetta e il profumo si espande in tutta l casa....beh dopo tutto qsto....volevo sapere ma che tipo di impastatice hai tu...qlle professionalissime...o utilizzi kitchen aid o il kenwood...!!!!!ciao ciao PS. ovviamente domenica sarà in tavola la Trecciona!!!!!! Cri Cri

    RispondiElimina
  19. Sei un professionista del lievito, il pane al pesto è una delizia!
    Saluti by Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  20. Sei un professionista del lievito, il pane al pesto è una delizia!
    Saluti by Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  21. Come sempre sei un maestro Adriano! Mi sembra quasi di sentire il profumo di questa treccia tanto è bella!
    Niki

    RispondiElimina
  22. Adriano questa treccia è bellissima e PERFETTA :))
    bacioni

    RispondiElimina
  23. dimenticavo!!!!!!!!!
    Ue Ueeeeeee non mi toccate Adriano se se capitoooooo??????
    :))

    RispondiElimina
  24. la prima cottura l'ho fatta in bianco ma nel forno, 6 minuti a 195°. Poi ho buttato tutto in abbattitore per congelarli. Ho scongelato lentamente in cella e poi fritto in olio.
    Buon risultato.
    ciao

    RispondiElimina
  25. carissimo Adriano, vorrei sapere perchè l'impasto viene messo in frigorifero prima della lievitazione?

    Comunque complimenti, sicuramente è da provare.

    Anna

    RispondiElimina
  26. anna, non amo molto il LM, sono convinto che è possibile far bene anche con i lievito di birra.

    Cri Cri, ho una semplice kenwood;-)

    Sabrina&Luca, niki, gazie!

    carmen, è il bersuccio qui sotto che mi tratta male;-)

    berso, quasi quasi ci provo anch'io;-)

    anna, la fermentazione in frigo serve ad amplificare i sapori e migliorare la qualità della mollica.

    RispondiElimina
  27. ...Questo blog mi ha affascinato...e la tua bravura anche!
    Sai, gli impasti lievitati sono una delle mie passioni e credo che da te potrò imparare tantissimo...complimenti di tutto cuore!
    Un abbraccio
    Ago :-D

    Pane, burro e marmellata

    RispondiElimina
  28. Ah, dimenticavo ;-P
    questa treccia è splendida davvero! :-D

    RispondiElimina
  29. miiiiiiiii che buona! Magari anche il giorno dopo, una tostatina al volo e pomodoro fresco a volontà!
    Complimenti sempre meritatissimi!
    Cri

    RispondiElimina
  30. Oddio, questo pane intrecciato e' bello da togliere il fiato! E' perfetto e posso immaginare anche quanto sia buono.
    Davvero tantissimi complimenti Adriano.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  31. Ciao Adriano... questa treccia è favolosa...poi amo il pesto e il suo sapore.. spero di riuscire a provarla presto!!!!!
    Un bacio e buon week end

    RispondiElimina
  32. Molto bella!
    La mollica sembra fantistica.
    Mi piacerebbe provarla, magari con lievito naturale.

    RispondiElimina
  33. per tutti, sono di corsa, grazie di cuore!

    RispondiElimina
  34. stupenda, bravo come sempre e sempre di piu'!
    La provo, grazie e buone vacanze.

    RispondiElimina
  35. Da Barcellona, ho fatto la treccia al pesto... Squisita!
    Grazie molto di una 'catalana'.

    RispondiElimina
  36. questa e'decisamente da provare!!

    RispondiElimina
  37. Mamma mia che splendida treccia e deve essere buonisima. Complimenti anche per tutte le altre ricette.

    RispondiElimina
  38. Questa treccia mi lascia senza parole ... devo provarla! Grazie per la ricetta.

    Se ti va dai un'occhiata al mio blog ;)

    Ciao!
    kika

    RispondiElimina
  39. Che bella !!!! Ciao lisa
    http://ricettedafairyskull.myblog.it/

    RispondiElimina
  40. Salve girando girando nei blog dove mi fermo?sempre dai campani anche io lo sono, è inutile dire che le tue ricette son meravigliose, e da copiare.
    Anche io ho un blog http://ciccioria.spaces.live.com/blog/
    ma sono agli inizi le tue foto sono belle e chiere vedrò di imparare.

    RispondiElimina
  41. rosalbaf, se la provi fammi sapere.

    catalana, mi fa piacere.

    mirtilla, roberta, kika, lisa, grazie!

    ciccioria, belle le mie foto? Sei la prima che lo dice, mi sfottono tutti...;-)

    RispondiElimina
  42. Ne ho appena fatto uno di pane cosi.....una bontà!!!

    RispondiElimina
  43. Pin, quale onore! si può vedere da qualche parte?

    RispondiElimina
  44. ciao, ho preso questa tua ricetta perchè voglio farla a casa stasera, ho sentito parlare benissimo della tua cucina.....grazie mille.
    Sara M.

    RispondiElimina