sabato 13 ottobre 2007

Pandolce alle mele



E' un lievitato da colazione dai profumi gradevoli e ben marcati.

Ingredienti:
farina W300 650gr
succo di mela 250gr
uova intere 2
zucchero semolato 100gr
burro 150gr
sale 12gr
lievito di birra fresco 15gr
miele 2 cucchiai
bicarbonato ½ cucchiaino
buccia di limone non trattato 1
mele 5
zucchero di canna
cannella in polvere (facoltativo)

Misceliamo, nella ciotola dell’impastatrice, il succo di mela con 10gr di lievito e 200gr di farina, copriamo.

Tagliamo in 4 e poi a fettine (per il lato corto) di circa 1cm. tre mele sbucciate. Pennelliamo con miele riscaldato, spolveriamo con zucchero di canna e passiamo sotto il grill fino a caramellare.

Sciogliamo il lievito rimanente in due cucchiai d’acqua, grattugiamo la buccia di limone facendola cadere sul burro.

Quando la massa nella ciotola sarà ben gonfia (un paio d’ore), uniamo il lievito e metà della farina setacciata con il bicarbonato, montiamo il gancio ed incordiamo (vel. 1,5).
Uniamo un uovo, il sale, metà dello zucchero e poco dopo qualche manciata di farina, incordiamo. Uniamo l’altro uovo, lo zucchero rimanente, un cucchiaio di miele e quasi tutta la farina, incordiamo.
Riduciamo la velocità, uniamo il burro non troppo morbido a pezzetti e quando è assorbito aumentiamo la velocità. Incordiamo la massa e lavoriamo fino a che diventa ben estensibile.

Copriamo e lasciamo raddoppiare.

Rovesciamo sulla spianatoia infarinata, stendiamo col matterello ad un dito di spessore e pieghiamo in tre.


Giriamo di 90° e pieghiamo di nuovo in tre


copriamo a campana. Dopo 15’ stendiamo delicatamente in un rettangolo con un lato di ca. 60cm ad uno spessore di ca. 4mm.

Distribuiamo le mele caramellate e le altre due mela tagliate a fettine di ca. 1cm





spolveriamo con pochissima cannella (se ci piace) ed avvolgiamo stretto, tirando di continuo (ma delicatamente) il rotolo verso di noi, per stringere l’avvolgimento.
Tagliamo di netto in due e sigilliamo le estremità.




Poniamo in due stampi (vanno bene quelli da plum cake), pennelliamo con albume, copriamo con pellicola e poniamo a 28° fino al raddoppio.
Pennelliamo ancora con albume, spolveriamo con granella di zucchero e poi con zucchero a velo, inforniamo a 180° per ca. 30 – 35’, fino a cottura.






Lasciamo raffreddare prima di tagliare.

34 commenti:

  1. ciao Adriano,interessante novità :-)uffff...il succo di mela dove lo trovo sigh...

    RispondiElimina
  2. Ciao Ross, una vicina con centrifuga non c'è?
    L'ho visto anche al supermercato, succo di mela puro senza zucchero.

    RispondiElimina
  3. GRazie Adriano! questa ricetta e' strepitosa!La provero' a fare al piu' presto. Posso provare anche con altra frutta?

    RispondiElimina
  4. Che bell'inedito, una sorta di torta di mele a lievitazione naturale. Me gusta :)
    Per quanto tempo si mantiene soffice? Vorrei farlo in settimana,forse anche domani ma se è a consumo veloce poi mi toccherebbe mangiarla tutta visto che è solo per me :))

    RispondiElimina
  5. Imma, si potrebbe provare con le pere.

    Annamaria, si mantiene una settimana in frigo. Però a quanto so non avresti difficoltà a pappartelo in un paio di giorni;-)

    RispondiElimina
  6. Interessante, con l'anans al posto delle mele potrebbe andare?

    RispondiElimina
  7. sofficissimo, vale la pena farlo anche se un po' laborioso. è una nuvoletta :)ed è profumato e con gusto pieno,l'ho appena mangiato con molto gusto nonostante avessi già cenato.

    RispondiElimina
  8. io adoro l'abbinamento mele con cannella da provare subito
    grazie adriano

    RispondiElimina
  9. Adriano, sarà una domanda stupida forse, ma io non sono proprio una maestra con i lievitati, quindi scusami, mi spiegheresti che funzione ha il bicarbonato?
    Grazie comunque, questa ricetta mi intriga moltissimo.
    Ho delle pere e del succo di pera, quasi quasi la provo con questa variante

    RispondiElimina
  10. Maria Giovanna, l'ananas non ce lo vedo molto con un lievitato, il succo nell'impasto non lo metterei.

    Annamaria, mi fa piacere che sia stato di tuo gusto.

    Lydia, il bicarbonato serve come correttore di acidità per il succo di mela, e va usato solo col succo fatto in casa, in quello industriale credo ci sia già. Se puoi, il succo fallo da te.

    RispondiElimina
  11. Mi chiedevo la funzione del bicarbonato, forse per bilanciare l'acidita' del succo di mela?
    Grazie per le bellissime ricette.

    RispondiElimina
  12. sabato ho provato a fare questo pandolce per la colazione della domenica ( e per la settinana). devo dire che seppur mi sia "partito" tutto il pomeriggio del sabato, il risultato è talmente eccezionale da valere la pena di tanto lavoro e impiego di tempo.
    Io non capendo ancora molto di W di farine, ho usato 200 gr di farina 00 per il primo lievito (quello con il succo di mele) e i restanti 450 gr ho usato manitoba. il risultato è morbidissimo e assolutamente dolce il giusto.
    solo non sono riuscita a carammellare le mele: le ho messe sotto il grill del micro e credo di aver sbagliato lì, ma nel pane anche come le ho ottenute non ci stavano per nulla male.
    GRAZIE per le tue ricette.
    ciao fede

    RispondiElimina
  13. Troppo buona.
    Se lo rifai, usa la manitoba per il preimpasto e metti 350gr di manitoba e 100 di 00 in seconda.

    RispondiElimina
  14. grazie del consiglio.
    Ho ancora una domandina, se non disturbo...
    Un pane, dopo averlo formato, l'ho congelato. Secondo la tua esperienza quale sarà il modo migliore per procedere nel momento che lo vorrò usare? Tipo: quando lo tolgo dal freezer dove lo metto? In frigorifero o fuori. e quanto tempo prima, all'incirca? Poi quando riparte la lievitazione lo metto fuori dal frigorifero a finire la lievitazione?
    Grazie di nuovo,
    ciao fede

    RispondiElimina
  15. Va messo a temperatura ambiente e, quando sarà scongelato, a 28°. In tutto ci vorranno circa 12 ore, se ti è comodo puoi metterlo fuori di sera ed al mattino a lievitare. Le mele faranno un pò d'acqua, meglio non metterle se prevedi di congelare.

    RispondiElimina
  16. grazie di nuovo per il tuo consiglio.

    ciao fede

    RispondiElimina
  17. ma quante cose interessanti!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  18. Interessante il tuo di blog! Che non conoscevo ed ho prontamente linkato.

    RispondiElimina
  19. Devo provarla, mi piacciono le mele e la cannella insieme.
    Grazie Adriano...

    RispondiElimina
  20. L'ho fatto finalmente ,quanto è buono,assagiato senza dargli il tempo di freddare del tutto :-))
    bacio in fronte maestro *:*
    grazie ;-)

    RispondiElimina
  21. Ciao Adriano!
    Ho appena iniziato la preparazione di questo pandolce. Speriamo solo che i tempi siano compatibili con gli impegni della giornata....come sai sono un po' pasticciona.
    Ti faro' sapere!

    Maritè

    RispondiElimina
  22. Adriano, ce l'ho fatta! Buonisssssimo davvero: profumato, soffice...
    Grazie.
    Maritè

    RispondiElimina
  23. ciao adriano bellissimo questo pane alle mele! non avendo l'impastatrice
    e possibile farlo a mano, o e molto complicato? grazie

    RispondiElimina
  24. Ciao, c'è chi lo ha impastato a mano con successo. Siamo sempre lì, dipende un pò dalla confidenza che si ha con gli impasti.

    RispondiElimina
  25. vorrei provare la ricetta con il lievito madre che uso già da un pò come devo procedere in questo caso?
    complimenti per le ricette da acquolina in bocca!!
    ERICA

    RispondiElimina
  26. erica, direi di utilizzare 200gr di lievito in forza e procedere come da ricetta.

    RispondiElimina
  27. Adriano dopo il successo delle brioche allo yogurt (in pochi giorni già le ho rifatte e sono in forno ora) vorrei provare a fare il tuo pandolce alle mele e, guardando la fotografia non capisco a quale livello del forno tu lo abbia inserito, il forno che usi è ventilato o dinamico?
    In attesa delle tue risposte grazie grazie grazie ancora
    Romi

    RispondiElimina
  28. romi, nel mio forno va alla seconda tacca dal basso. Meglio cuocere in funzione statico.

    RispondiElimina
  29. Adriano, secondo te come si comporterebbe una mela cotta e schiacciata nell'impasto?

    RispondiElimina
  30. francesco, credo più o meno come il succo.

    RispondiElimina